Dinette – a Milano torna la cucina di ringhiera

Per Milano le case di ringhiera sono un simbolo, hanno rappresentato per anni un modello architettonico, ma non solo, perché le case di ringhiera hanno rappresentato per anni uno stile di vita, grazie hai loro cortili e ballatoi, luoghi in cui i bambini si ritrovavano a giocare nelle corti e i giovani s’innamoravano lungo i balconi.

Uno degli aspetti più belli delle case di ringhiera era la condivisione, dalle chiacchiere delle donne che ci abitavano ai rumori dei primi elettrodomestici, che stavano pian piano comparendo nella società italiana.

Oggi in un contesto completamente differente, in via fratelli bronzetti 11, i due proprietari Luigi Beretta e  Filippo Leva, entrambi milanesi classe 1975, hanno deciso di far rivivere lo spirito delle case di ringhiera nel loro ristorante Dinette, dove vige il culto della condivisione grazie soprattutto alle “mezze del ballatoio”, mezze porzioni di ottimi piatti che danno la possibilità di assaggiare più specialità del menu e condividerle con i commensali.

Location – 4/5 – il locale ricorda una piccola osteria, con arredamenti in stile vintage, che portano velocemente il pensiero agli anni 60/70 tipici delle case di ringhiera e quel clima rilassato e festoso delle tipiche osterie milanesi

Servizio – 3/5 – il servizio vuole mantenere lo stile del locale, molto friendly e rilassato, forse un po troppo perché per i ritmi milanesi risulta un po’ lento

Menu –  3/5 – molto apprezzata la soluzione delle “mezze del ballatoio”, l’intero menu è ben fatto anche se senza grandi pretese, forse un maggior sforzo nella ricerca della materia prima potrebbe far fare il salto di qualità, dato che il menù nella sua interezza non è niente male, dolci compresi.

Da segnalare la soluzione della schiscetta per il pranzo, davvero molto sfiziosa e il coperto servito a cena con una focaccia calda fatta in casa davvero gustosa

Beverage – 3/5 – i vini presenti in carta non rispecchiano il mood del locale, risultano commerciali e troppo importanti per il menù proposto

Conto – 4/5 – prezzi assolutamente competitivi, le mezze del ballatoio per circa 6 € a piatto e il doppio con il menu per intenditori e le ricette della festa, in fin dei conti si cena con 20/25 € a persona e ne uscirete soddisfatti

dinette

dinette

image

dinette

dinette

dinette

image

dinette

dinette

dinette

dinette

dinette

dinette

dinette

dinette

menu dinette

menu dinette

menu dinette

menu dinette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *