Taste of Milano 2015 : un festival per veri Golosi

Ormai ci siamo ancora poche ore e finalmente anche quest’anno aprira’ una delle kermesse culinarie più importanti dell’intera stagione, in onore di Expo 2015 , Taste of Milano diventa grande e si rifà il look.

Una straordinaria kermesse che dal 3 al 7 giugno riunirà la migliore ristorazione del territorio milanese e per la prima volta d’Italia e del mondo, con ben 50 ristoranti protagonisti.

Taste of Milano 2015

Milano sarà rappresentata da 25 ristoranti, per dare al pubblico il più grande ed importante Taste o “assaggio” della ristorazione della città e della Lombardia. In contemporanea, altri 20 ristoranti da tutta Italia, appartenenti alla compagine italiana dei JRE – Jeunes Restaurateurs d’Europe, saranno presenti a Taste of Milano, con l’obiettivo di raccontare l’immensa ricchezza gastronomica del nostro Paese. “Last but not least” come parte del circuito internazionale dei Taste Festivals, Taste of Milano coinvolgerà sino a 5 chef e ristoranti internazionali, per far sperimentare ai visitatori la cultura gastronomica di altri Paesi del mondo.

I venticinque ristoranti che racconteranno l’eccellenza culinaria del capoluogo lombardo a Taste of Milano saranno 28 POSTI di Marco Ambrosino , AL MERCATO di Eugenio Roncoroni e Beniamino Nespor, ASOLA di Matteo Torretta , CARLO E CAMILLA IN SEGHERIA di Emanuele Pollini e Carlo Cracco, CERESIO 7 di Elio Sironi, DA NOI IN di Fulvio Siccardi, ERBA BRUSCA di Alice Delcourt , ESSENZA di Eugenio Boer, FINGER’S GARDEN di Roberto Okabe, IL CHIOSTRO DI ANDREA di Andrea Alfieri, IL LIBERTY di Andrea Provenzani, LA MANIERA DI CARLO di Francesco Germani , RISTORANTE IL MANNA di Matteo Fronduti. image

Ma non è finita qui! A Taste of Milano il pubblico potrà provare anche la cucina di Michele Mauri del RISTORANTE LA PIAZZETTA, di Sergio Mei del SERGIO MEI, di Tano Simonato del TANO PASSAMI L’OLIO, di Yoji Tokuyoshi del TOKUYOSHI, di Roberto Conti del TRUSSARDI ALLA SCALA, di Nicola Cavallaro de UN POSTO A MILANO, di Felice Lo Basso dell’UNICO, di Andrea Aprea del VUN e di Wicky Priyan del WICKY’S.

I più attenti avranno notato tra gli chef presenti quest’anno a Taste of Milano 2015 moltissime novità relative al panorama milanese tra cui recentissime aperture (CARLO E CAMILLA IN SEGHERIA, IL CHIOSTRO DI ANDREA, TOKUYOSHI ndr.) e cambi di brigata dietro ad importanti fornelli (TRUSSARDI ALLA SCALA) , questa potrebbe essere una ghiottissima occasione per metterli alla prova e testare il loro indiscusso talento.

Il mondo sarà presente a Taste of Milano grazie alla cucina dello chef Jérémy Galvan, del ristorante JÉRÉMY GALVAN di Lione e dello chef Barry Vera e Adriano Venturini del STK di New York City.

Edizione speciale anche per altre numerose novità: per la prima volta nella storia dei Taste Festival l’ingresso sarà gratuito previa registrazione sul sito www.tasteofmilano.it  in collaborazione con The Fork; una decisione importante maturata dalla volontà di abbattere, proprio in occasione dell’esposizione universale, qualsiasi barriera e limite alla scoperta del cibo, delle sue forme e interpretazioni.

Per lo stesso motivo Taste of Milano passa da 4 a 5 giorni affinché ancor più golosi ed appassionati possano godere di questa esperienza unica. L’accesso sarà comunque a numero chiuso e limitato, per garantire al visitatore la più alta qualità della sua Taste experience. Sarà, quindi, un World of Taste aperto a tutti, con un menù di ben 200 piatti da scegliere dove, oltre ai consueti 3 piatti icona richiesti ad ogni ristorante, verrà presentato il quarto piatto dedicato ad Expo.

Bhè non ci resta che augurarvi

Bon Appètit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *